Archive for the ‘Cloud’ Category

Innovazione e Opportunità al CDays12

Dopo un evento come quello del Community Days 2012 non potevo che prendermi questi due giorni del
weekend per fare un bel DEFRAG nella mia testa, riordinando le preziose informazioni frutto di due giorni di
partecipazione al #cdays12.

 

Già da prima dell’evento ero entusiasta all’idea di poter vedere da vicino il Microsoft Innovation Campus e devo dire che non ne sono rimasto assolutamente deluso in quando ho trovato una grandissima struttura nata all’insegna dell’innovazione che al tempo stesso garantisce un bell’impatto con l’ambiente esterno.

Microsoft Innovation Campus

Per quanto riguarda i contenuti, direi che  gli user group e le community sono stati grandissimi dando vita ad un susseguirsi di talk su argomenti di altissimo livello ed interesse.
Insieme al mio collega Riccardo Cappello ci siamo divisi il palinsesto in modo da ricoprire più sessioni possibili, in particolare io ho seguito ciò che riguardava il nuovo concept Metro Style e la tecnologia Windows Phone 7 mentre Riccardo ha seguito più le sessioni di Windows Azure che rappresenta la tecnologià a cui abbiamo già approcciato da tempo – con grandissimo piacere – con il nostro prodotto RoomShop.

Per i talk che ho seguito mi sento di dover ringraziare Lorenzo Barbieri, Alessio e Marco Leoncini, Raffaele Rialdi, Marco De Sanctis e Corrado Cavalli per il loro contributo che mi è stato di grande aiuto ai fini di migliorare la mia concezione di Metro UI e UX.
Il business model su cui nasce il binomio Metro+WP7 mi ha sempre portato a pensare che fosse un’onda che valesse
la pena di cavalcare ma mai mi aspettavo di trovare Microsoft così attiva a questo evento ai fini della loro sposorizzazione.

 

Un ringraziamento a tutto lo staff del cdays12 che sicuramente ci hanno dato tante idee da approfondire, chissà magari anche per nuovi progetti da integrare nel VividoLab  :)

 

Vivido At Microsoft Innovation Campus

Post to Twitter Post to Diigo Post to Facebook Post to FriendFeed Post to Google Buzz Post to LinkedIn

RoomShop – Migrazione DataBase su Microsoft SQL Azure

RoomShop, o meglio il DataBase sul quale si basa, nella giornata di Sabato 21 Gennaio è stato migrato con successo su Microsoft SQL Azure.

La migrazione è stata molto semplice, precedentemente utilizzavamo una struttura ridondata basata su Microsoft SQL Server 2008 R2 e quindi totalmente compatibile con Microsoft SQL Azure.

Per convertire la struttura dati e copiare i dati presenti abbiamo utilizzato la versione 3.8.1 di un tool chiamato SQL Azure Migration Wizard, che potete trovare a questo link.

Il nome del tool dice tutto, abbiamo da prima generato la struttura dati del database di RoomShop, controllato le segnalazioni che il tool prontamente indica e ricreato il tutto sulla nostra istanza Business di Microsoft SQL Azure.

Una volta verificata la struttura abbiamo spostato, sempre per mezzo di SQL Azure MW, i dati necessari.

Il guadagno è molto semplice da calcolare, sia in termini economici, sia in termini prestazionali/sicurezza:

  • Nel primo caso, su Azure abbiamo una istanza Business da 10Gb attiva (99$ mese, che grazie ai recenti aggiornamenti della piattaforma Windows Azure potrà automaticamente arrivare fino a 150Gb, con un costo massimo di 399$/mese), contro 2+1 server in cloud per ridondare il precedente SQL Server (ben oltre i 399$ mese…).
  • Nel secondo caso, essendo adesso tutto completamente “Azured” (cit. Vito Flavio Lorusso), ci ritroviamo un DataBase ridondato automaticamente, con backup automatici invece dei sistemi tradizionali, all’interno di Windows Azure come i vari Engine di cui RoomShop è composto (e quindi riduzioni dei costi del traffico internet)… che vogliamo di più?

Il prossimo passaggio, non appena uscirà in versione definitiva, sarà l’abilitazione del Data Sync, per avere una copia aggiornata anche on-promise, utile per certificare ulteriormente la bontà del nostro software e quindi di RoomShop stesso o per altre funzionalità alle quali stiamo pensando e testando e di cui vi renderemo partecipi non appena le pubblicheremo.

 

Post to Twitter Post to Diigo Post to Facebook Post to FriendFeed Post to Google Buzz Post to LinkedIn

CloudCamp – Napoli

Riporto un post dal Blog di Vivido.it e che potete leggere qui:

 

Ieri io e Riccardo abbiamo partecipato a Napoli al CloudCamp una sessione del più ampio Tbiz che si è tenuto all’interno del Conference Center Bagnoli HUB e organizzato dalla attivita società napoletana VMengine.

Abbiamo voluto partecipare a questo evento anche se si è tenuto in una città un pò fuori dalle nostre abituali aree di intervento, ma visto che la nostra scelta strategica, che ormai risale ad un bel pò di tempo fa, di trasformare  Vivido in un Cloud System Integrator* è per noi di estrema importanza conoscere ogni piccola novità e sfumatura provenienti dai grandi player di cloud data center come Windows Azure, AWS, Nuovolaitaliana, Rackspace, etc  e di tecnologia, in primis, Citrix ma anche EMC2/VMWare, Microsoft, RedHat, etc  e di connettività, ma anche quello che bolle in pentola nelle PMI dell’ ITC.

In questo evento napoletano oltre a rivedere (sempre con piacere) talk su prodotti e servizi da noi ampiamente conosciuti come Amazon Web Services e Windows Azure,  abbiamo appreso di esperienze fatte da due  società torinesi,  che offrono propri servizi cloud (direi idea molto coraggiosa visto la natura dei competitor, ma non è detto che anche per loro non ci sia spazio) o di applicazioni come WRM (il cui claim dichiara “the easy way to ced management” ) che dovrebbe essere una console dalla quale effettuare la gestione del proprio data center da un unico punto di accesso (anche qui, se non ho capito male, la concorrenza è abbastanza agguerrita ad esempio con CloudStack, o eStratus).

Piccole note negative, da prendere con atteggiamento costruttivo.

La location scelta per il camp (Ginnasio) aveva una acustica non propriamente brillante e il basso volume dei microfoni non aiutava, inoltre niente wifi, almeno non lo abbiamo “visto” o non era sufficientemente evidenziato.

Questo non ha niente a che fare con l’organizzazione, ma veramente poche persone usavano o “pubblicizzavano” il proprio account Twitter o altri social network :)



 *Cloud System Integrator: assiste e consiglia, sia a livello progettuale che operativo,  tutte le organizzazioni che desiderano migrare in cloud.

La parola migrazione sottointende variegati scenari come ad esempio:

  • servizi o applicazioni  quali  posta elettronica, ERP, CRM
  • gestire picchi di traffico della propria farm interna
  • pubblicare in VDI il desktop degli utenti
  • sviluppare applicazioni ottimizzate per il cloud

Post to Twitter Post to Diigo Post to Facebook Post to FriendFeed Post to Google Buzz Post to LinkedIn

Amazon Web Service Training

Lunedì 24 e Martedì 25 Ottobre ho avuto l’opportunità di partecipare, con Paolo Ciccioni, all’ Amazon Web Service Training.

Si è trattato di un Workshop dedicato ai Partner sulla piattaforma AWS e sugli innumerevoli strumenti che essa offre.
Abbiamo testato a pieno le funzionalità di EC2, S3, dei volumi EBS e degli Snapshot, i servizi di messaggistica SNS, i database RDS e creato una VPC sfruttando tutte le componentistiche descritte prima.

Con l’occasione abbiamo visto il servizio PaaS Elastic Beanstalk, molto potente e completo. Siamo riusciti anche a simulare un ripristino di funzionamento in caso di guasto, utile per scenari di disaster recovery.

Due giorni intensi di laboratorio con domande e test di tutti i generi, grazie anche al personale Amazon molto preparato e disponibile.

Ringraziamo Amazon per l’opportunità e non vediamo l’ora di partecipare ad altre iniziative del genere!

Post to Twitter Post to Diigo Post to Facebook Post to FriendFeed Post to Google Buzz Post to LinkedIn